Fin dalla sua fondazione, nel 1959, Eko Guitars è legata a doppio filo con le Marche e Recanati. Nel 2018, alle soglie del 60° Anniversario, Eko Guitars torna a produrre in Italia proponendo uno strumento Made in Italy che porta il nome “Infinito”: un tributo alla celebre poesia di Leopardi, anch’egli di Recanati.

INFINITO

Anatomia della Made in Italy di Eko Guitars

Il modello Infinito rappresenta la volontà del team italiano di sviluppare uno strumento prestigioso, leggero, performante e dalle caratteristiche uniche. Completamente made in Italy, la chitarra Infinito è costruita utilizzando solo legni massello di primissima scelta. Dal top e incatenature in Abete Italiano, all’Oukumè utilizzato per fasce, fondo e manico, al Noce Nazionale per tastiera, ponte, paletta e binding. Infinito è il frutto dei 60 anni di esperienza di Eko Guitars.






Questo strumento introduce importanti elementi di innovazione per la Chitarra Acustica. Oltre al suono e all’estetica, quello che colpisce è l’estrema leggerezza in termini di peso, ricercata attraverso un’attenta selezione di materiali; leggerezza intesa anche come sobrietà dell’estetica e classe tipicamente italiana.







Fare la differenza

Il dettaglio perfetto che rende un prodotto unico, è frutto di costante lavoro, pazienza, prove e grande passione.






Soluzioni innovative

Dalla verniciatura, alla scelta dell'hardware al truss rod in Carbonio.


Un team di ingegneri chimici impegnati nella verniciatura della nuova Infinito Made in Italy.
Un sistema nuovo, mai sperimentato prima con una chitarra acustica, per un risultato senza precedenti.







Leggerezza mai sentita prima

L'utilizzo del carbonio rende Infinito la chitarra più leggera di sempre.

Importanti le innovazioni che eliminano il metallo dalla chitarra Infinito: per garantire l’assoluta stabilità del manico e della tastiera sono inserite 3 barre anti torsione in fibra di carbonio, calibrate in diversi spessori; il nut ed il saddle sono anch’essi in fibra di carbonio. Importantissime le meccaniche, anch’esse in fibra di carbonio, che con un precisissimo rapporto 21:1 permettono un’attenta accordatura: fantastica la sensazione di non avere peso aggiunto alla paletta; basti pensare che le 6 meccaniche messe insieme pesano circa come una meccanica standard in metallo.





La Rosetta, raffigurante il simbolo dell'infinito ricavato dalla madreperla di Abalone e dagli intarsi in Noce, racchiude in se l'idea di celebrare la terra Marchigiana e il genio Leopardi.



Condividi: